Nel marzo 2013, nell'isola di Tenerife, una commissione internazionale ha votato all'unanimità la candidatura di Roma come sede del V Congresso Internazionale dei tappeti d'arte effimera, regalando all'Italia la possibilità di ospitare per la prima volta l'importante evento internazionale.

Informazioni sul V Congresso info@prolocoroma.it

Presentazione

Il Congresso Internazionale dei Tappeti d’Arte Effimera nasce dall’esigenza di mettere in rete le varie esperienze artistiche di strada, di difenderne la secolare tradizione e di promuovere le sue peculiarità nel mondo. Tra i tappeti d’arte effimera i più noti sono quelli dell’Infiorata, i famosi quadri floreali realizzati su strada, antica tradizione nata proprio a Roma nel lontano 1625.

Esistono però altre espressioni artistiche che utilizzano materiali diversi come il sale, i trucioli di segatura, le terre vulcaniche. Esistono poi altre forme d’arte effimera realizzate sempre con i fiori ma con tecniche differenti, come i “Pugnaloni”, famosi pannelli verticali realizzati ad Acquapendente (VT) o i “Cristi Infiorati” di Artena (RM). I pannelli d’arte effimera fanno parte anche delle culture orientali, con i “Mandala” Indiani e con le particolarissime opere dei monaci tibetani.

Il primo Congresso Internazionale dei tappeti d’arte effimera si è tenuto nell’anno 2006 a La Orotava, nelle Isole Canarie. Dodici le delegazioni presenti. In rappresentanza dell’Italia ha partecipato Genzano di Roma. Seguirono poi, con cadenza biennale, i congressi di Huamantla in Messico, di Ponteareas (Galizia) in Spagna, fino ad arrivare al 2012 con il Congresso di Barcellona, nella cui edizione le delegazioni presenti sono salite a 29, con al seguito circa 500 artisti di strada impegnati a realizzare nella città catalana i propri splendidi tappeti.

Brochure

Senza-titolo-1